Giorgia Severi home bio & publications works exhibitions contacts white-thing blog

works >> Juniperus Chinensis Stricta

 

 

Juniperus Chinensis Stricta
installation _ inox, glass, juniperus, glicerin. 40x40x170 cm. 2011
Mar - Museum of Art Ravenna. 4 - 20 november

 

 

 

 

L'opera Juniperus Chinensis Stricta è nata per la mostra intitolata O(Ax) = dO(Am) Equazione impossibile.
Le opere esposte nell’ambito della mostra testimoniano un rovesciamento dei tradizionali ruoli di ideatore ed esecutore, originale e derivazione nel mondo dell'arte musiva. Ora sono le opere a mosaico a fare da bozzetto e ad essere oggetto di traduzione, ma anche appropriazione, interpretazione, ispirazione e mistificazione attraverso altri linguaggi artistici: pittura, fotografia, scultura-installazione, musica, video-arte, performance, etc.
Il progetto di mostra O(Ax) = dO(Am) Equazione impossibile, nato da un’idea di Daniele Torcellini e curato dall’Associazione Culturale Marte è in programma a Ravenna dal 4 al 20 Novembre 2011, nell’ambito del Festival Internazionale RavennaMosaico, presso il Museo d’Arte della Città, il Battistero degli Ariani, Longo Souvenir e Ostello Galletti Abbiosi. Il progetto intende indagare i concetti di originalità e derivazione nell’arte, attraverso una riconsiderazione del ruolo, del valore e dell’utilizzo della tecnica del mosaico in rapporto ad altre tecniche d’arte. Il progetto intende capovolgere una delle caratteristiche tradizionalmente associate al mosaico, ovvero quella di essere esclusivamente uno strumento di traduzione di idee originali, come bozzetti pittorici di artista o progetti di design.
L'esposizione prevede che le opere a mosaico non siano esposte, incluse solo fotograficamente nel catalogo di mostra. Ad essere esposte sono esclusivamente le traduzioni, in quanto opere dalla piena autonomia espressiva. In questo modo s’intende sia porre al centro della scena, sia escludere il mosaico - e con esso il concetto di originalità - dall’operazione artistica, in quella progressiva catena di creazione che vede l’arte nascere dall’arte.

 

 

Interpretazione dell'opera di Takako Hirai:

Takako Hirai attraverso paesaggi quasi pittorici, intimi, femminili che elogiano la bellezza della Natura, fa innamorare il fruitore del mondo vegetale, passando per la ripetizione costante di segni che nascondono qualcosa di segreto ed inviolabile. Alberi e altri vegetali, raccontando qualcosa di atavico che ci avvicina e ci fa desiderare la natura facendoci capire quanto ne siamo distanti.
Ho interpretato la ricerca di Takako passando dalla parte opposta e cercando di arrivare allo stesso concetto finale.
Juniperus Chinensis Stricta é una grande capsula di vetro e acciaio che racchiude un piccolo albero. Ho cercato un simbolo che appartenesse in maniera semiotica all'immaginario collettivo di "Natura", poiché l'albero é disegnato dal bambino e dall'adulto con le stesse caratteristiche di base, con tronco e chioma, ed appartiene al mondo delle immagini che tutti conosciamo. Ho cercato di "colpire" un simbolo della Natura e portarlo via dal suo habitat, inserendolo in un contesto sterile e crudo da laboratorio scientifico e catalogazione, rendendolo vulnerabile. Una denuncia agli atteggiamenti aggressivi che l'uomo ha nei confronti della natura,  dal disboscamento alla sperimentazione in OGM. Vorrei scaturire nostalgia di appartenenza a quel mondo di cui facciamo parte ma da cui siamo ormai molto lontani.  Juniperus Chinensis Stricta accresce questa distanza, mettendo in relazione il mondo vegetale e quello umano, dando luogo a sentimenti contrastanti, volti a sensibilizzare l'animo verso la Natura.